Animal Kingdom

Animal KingdomUno dei film più discussi del 2010 finalmente è arrivato sotto le mie grinfie. Imponente film australiano confezionato egregiamente.

Attori tutti all’altezza, impressionante Jacki Weaver, meritatissima la candidatura all’Oscar come miglior attrice non protagonista. Molto bene anche Guy Pearce che quando rimpatria rinasce (vedi anche The Proposition).

Narra la storia di una famiglia criminale: madre, figli e nipote; buoni e cattivi, distinzione veramente sottile e inutile per la storia.

L’opera è come una specie di rock in slow motion, pochi dialoghi, nessuna sparatoria, pochissimi effetti speciali. Ci sono persone che muoiono, persone che si drogano ma tutto viene presentato in modo intimista, senza chiasso e clamore.

Discreto il modo in cui viene delineato il carattere dei vari personaggi.

Un opera sensibile priva però del tocco, è mancato forse un po’ di coraggio. 8/10

“I’m having trouble trying to find my positive spin.
I’m usually very good at it. Usually it’s right there, and I can just have it.
But I’m having trouble finding it now.”


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: