Rapsodia in Agosto (ovvero Hachigatsu no kyōshikyoku)


Dopo aver visto, secondo il luogo comune,  il migliore Kurosawa mi sono addentrato in una delle sue ultime produzioni prima di morire: Rapsodia in Agosto . Il mercato cinematografico main stream si stava accorgendo di uno dei più grandi cineasti di tutti e tempi ed ecco spiegato un’interpretazione di Richard Gere (interpretazioni senza lode e senza infamia).

La storia è toccante e delicata, narrata con tatto e discrezione, senza mai eccedere in futili banalità. E’ la storia di una vecchia signora reduce della bomba di Nagasaki e della sua famiglia (figli e nipoti). Tre generazioni a confronto, e solo due ne escono indenni. La generazione in mezzo, quella dei genitori, viene massacrata e ridicolizzata, non in grado di cogliere il passato ma solo pronta a valutare le opportunità del futuro.

Un paio di scene su tutte rimangono impresse nella memoria:

  • la commemorazione di fronte ad un monumento in una scuola massacrata dalla bomba (il grande bagliore), tutti chini di fronte al ferro arrugginato dalle radiazioni
  • e la famosa scena finale sotto la tempesta dove tutti corrono

Americani e giapponesi entrambi vittime della guerra: perché se la guerra è finita la bomba invece continua a mietere vittime. Intensi tutti i discorsi della vecchia nonna, tra la story e la history.

Un bel Akira, perfetto in questa domenica pomeriggio di fine gennaio (che è un po’ la stessa cosa dell’agosto per il freddo).

Voto: 8/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: